A spasso per Arles con Van Gogh. Ma il vero viaggio è leggere Dyer

di Alessandro Melia Vincent Van Gogh arrivò ad Arles un giorno di febbraio del 1888. Nella piccola cittadina francese affacciata sul Rodano, che delimita i confini tra Provenza e Camargue, Van Gogh si lasciò attrarre come un magnete dallo splendore degli elementi naturali: la luce, il vento, i campi di grano. Lì, dove la naturaContinua a leggere “A spasso per Arles con Van Gogh. Ma il vero viaggio è leggere Dyer”

Al mare, in città o sui monti: 10 percorsi di lettura per l’estate

di Alessandro Melia Dieci percorsi letterari per l’estate. A ognuno il suo. Dai migliori romanzi usciti nei primi sei mesi del 2014 a quelli da scoprire sotto l’ombrellone, dai libri dedicati al centenario della Grande Guerra ai saggi sul modo di viaggiare ed esplorare il mondo. Ma anche diari ed epistolari, raccolte di racconti eContinua a leggere “Al mare, in città o sui monti: 10 percorsi di lettura per l’estate”

Menéndez Salmon ci ricorda cos’è la bellezza della vita tra arte, luce e amore

di Alessandro Melia Prendete tre pittori, uno reale (Mark Rothko) e due sognati. Immaginate che un filo invisibile lungo oltre settecento anni unisca le loro vite, intrecciandole alla storia di un giovane scrittore (Bocanegra), che nel momento più tragico della sua vita decide di affidarsi alla parola, proponendosi di scrivere “un libro luminoso, che loContinua a leggere “Menéndez Salmon ci ricorda cos’è la bellezza della vita tra arte, luce e amore”

‘L’incolore Tazaki Tsukuru’ di Murakami è un viaggio dentro noi stessi

di Alessandro Melia La ricerca di se stessi come missione. Comprendere chi siamo e cosa cerchiamo. Questo conta. Il resto sono più o meno riempitivi di tempo. Nel panorama letterario mondiale non esiste uno scrittore più ostinato a portare alla luce ogni anfratto della condizione umana di Haruki Murakami. Da oltre trent’anni lo scrittore giapponese,Continua a leggere “‘L’incolore Tazaki Tsukuru’ di Murakami è un viaggio dentro noi stessi”

Rabbia, confessioni e twitter: ecco ‘Il progetto Kraus’ di Franzen

di Alessandro Melia “Permettetemi di citare a esempio la mia storia, che per molti versi riecheggia quella di Kraus”. E’ da questo punto in poi, precisamente da pagina 76, che Jonathan Franzen si appropria de ‘Il progetto Kraus‘ (Einaudi) e ne diventa il protagonista. Ed è da questo punto in poi che ho sentito affiorareContinua a leggere “Rabbia, confessioni e twitter: ecco ‘Il progetto Kraus’ di Franzen”

Come un sismografo Paolo Giordano registra le scosse di un amore instabile

di Alessandro Melia Vita reale o immaginazione. Autobiografismo o creatività. Due modi diversi di intendere l’arte, e con essa la scrittura. Per accorgersene basta entrare in una libreria qualsiasi e scorrere le opere letterarie. Troveremo chi si è dedicato a raccontare la sua vita, lavorando minuziosamente sui particolari, come Paul Auster o Philip Roth, eContinua a leggere “Come un sismografo Paolo Giordano registra le scosse di un amore instabile”

I cento libri che rendono più ricca la nostra vita, Dorfles ci fa ‘ri-scoprire’ i classici

di Alessandro Melia “C’è un piacere più intenso per chi ama i libri antichi, che acquistarli? Sì. E’ sfogliarne un catalogo. Niente uguaglia la gioia di cercare i titoli bramati”. Giuseppe Pontiggia, ne ‘Le sabbie mobili’, sintetizza bene uno dei piaceri-vizi del lettore (forte). Spesso, infatti, colui che legge è anche una persona che prendeContinua a leggere “I cento libri che rendono più ricca la nostra vita, Dorfles ci fa ‘ri-scoprire’ i classici”

Torna ‘L’uomo che piantava gli alberi’ di Jean Giono, parabola perfetta sull’uomo e la natura

di Alessandro Melia Ci sono storie che si tramandano nel tempo senza perdere mai la loro forza. Sono storie dal contenuto universale, che parlano di valori come l’amicizia, il rispetto, la lealtà, il senso della vita. Spesso hanno la capacità di plasmare i pensieri di chi le legge perchè il loro messaggio arriva dritto alContinua a leggere “Torna ‘L’uomo che piantava gli alberi’ di Jean Giono, parabola perfetta sull’uomo e la natura”

Come un romanzo dell’Ottocento ‘Il cardellino’ ci svela il cuore del mondo

di Alessandro Melia “Scrivere significa tenere insieme il mondo dopo che l’hai fatto a pezzi. Molta della bellezza che troviamo nella letteratura nasce da questo”. Nella ‘Palladium Lectures’ dedicata alla scrittura, Alessandro Baricco usa questa definizione per raccontare Marcel Proust. L’autore de ‘Alla ricerca del tempo perduto’, nell’atto di scrivere, “fa un solo gesto: conContinua a leggere “Come un romanzo dell’Ottocento ‘Il cardellino’ ci svela il cuore del mondo”