Piccola guida alle librerie antiquarie e dell’usato di Roma

Nel 1929 Stefan Zweig scrisse il racconto Buchmendel (Mendel dei libri) per rendere omaggio alla cultura e raccontare uno dei pilastri della società di allora: il libro. Il personaggio, Jacob Mendel, trascorreva le giornate all’interno del Caffè Gluck leggendo (conosceva tutti i libri ed era in grado di procurarseli) e ignorando la vita circostante, al punto di nonContinua a leggere “Piccola guida alle librerie antiquarie e dell’usato di Roma”

La letteratura non ha confini

Il tema dell’ottava edizione di Libri Come è Confini. Una parola che racchiude in sé molti significati e che è possibile declinare sotto vari aspetti: politici, geografici, generazionali, linguistici, immaginari. In un momento storico in cui nel mondo si è tornati ad alzare muri e la libertà d’espressione è vista come un elemento critico, affrontareContinua a leggere “La letteratura non ha confini”

Il collezionista che scova tesori nei mercatini di Roma

A Roma si aggira un uomo che salva gli oggetti. Li va a recuperare nel momento più triste della loro vita, quando il proprietario li ha gettati o, peggio ancora, è morto e non può più vegliare su di loro. E’ un momento funesto, l’inizio di una “catastrofe”, perché gli oggetti, come sosteneva Borges, nonContinua a leggere “Il collezionista che scova tesori nei mercatini di Roma”

I colori della vita

Il professore se ne stava seduto sulla poltroncina verde dello studio e indugiava di fronte ai libri. Fuori era calato il buio e non si udivano rumori provenire dai giardini dietro la casa. D’estate capitava che brusii e latrati interrompessero il sonnellino pomeridiano, ma nella stagione fredda il silenzio era tombale. La lampada illuminava aContinua a leggere “I colori della vita”

Perché leggere la poesia.

Abituati a camminare con la testa bassa sul cellulare, non ci fermiamo più a guardare il cielo. Abbiamo dimenticato com’è fatto e le sensazioni che trasmette. Allo stesso tempo abbiamo smesso – per la verità da decenni – di leggere la poesia. La consideriamo difficile, noiosa, superata. Guardare il cielo e leggere la poesia hanno in comune molteContinua a leggere “Perché leggere la poesia.”

Il nostro presente è un Tempo senza scelte. Sicuri che sia meglio?

E’ uscito da pochi giorni un breve saggio dello scrittore Paolo di Paolo, ‘Tempo senza scelte’ (Einaudi) che mi dà l’occasione di aggiungere un tassello al discorso, iniziato prima dell’estate, sui libri che aiutano a capire il mondo. Di Paolo pone una domanda: “Dove la Storia non chiede risposte nette, dove si è esposti aContinua a leggere “Il nostro presente è un Tempo senza scelte. Sicuri che sia meglio?”

L’anima russa vive ancora, l’ho incontrata nelle Case degli scrittori

Prima di partire per la Russia, familiari e amici mi avevano avvertito: “Fai attenzione al portafoglio!”, “Non girare di notte”, “Ma che vai a fare a Mosca? Meglio San Pietroburgo”. Poi sono partito. Sono rimasto in Russia dodici giorni, non molto ma un tempo sufficiente per scrollarmi di dosso quei pregiudizi e rendermi conto cheContinua a leggere “L’anima russa vive ancora, l’ho incontrata nelle Case degli scrittori”

Capire il mondo tramite i libri. Un itinerario

Ho sempre cercato di capire il mondo tramite i libri. Come un esploratore davanti alla mappa, indago sulle sorti umane attraverso le pagine dei volumi che compongono la mia libreria. Non sempre trovo quello che sto cercando, soprattutto se sono alla ricerca di risposte a domande universali – chi siamo, da dove veniamo, in cheContinua a leggere “Capire il mondo tramite i libri. Un itinerario”

Letteratura e scandali romani, cosa leggono i candidati sindaci di Roma

Dicono che i politici di oggi non leggono libri. Secondo i dati dell’Associazione italiana editori sono loro, insieme ai manager e ai dirigenti, i peggiori lettori d’Italia. Se una volta potevamo contare su una generazione di lettori forti e bibliofili – Andreotti, Martelli, Diliberto per fare dei nomi – adesso i politici, soprattutto quelli piùContinua a leggere “Letteratura e scandali romani, cosa leggono i candidati sindaci di Roma”